Business Plan

Ogni Impresa ha il suo Business Plan. E anche tu che hai appena iniziato la tua carriera o sei in attività da un po’ di tempo non ne sei esente dallo scrivere il tuo miglior piano d’azione. Prima di dirti come preparalo in tre passi vediamo perché è così importante.

La mappa e il territorio.

Tranquillo non è una lezione di PNL. E’ semplice saggezza. Prima di iniziare qualsiasi azione devi capire dove ti stai inoltrando. Se il business Plan è la mappa, il territorio è l’ambiente dove ti muovi. Questi due elementi devi tenerli a mente quando butti giù il tuo business plan.

Il Territorio. Chiamiamolo così, è l’ambiente dove andrai a portare la tua Impresa, i tuoi prodotti e dove cercherai collaboratori che condividano il tuo progetto. Non puoi pensare di addentrarti in un ambiente dove non conosci le regole, le trappole e i vantaggi. Devi sapere chi saranno le persone che contatterai, devi conoscere le loro necessità e i desideri e farti un’idea di come la tua Impresa possa soddisfarli, che siano i prodotti o l’opportunità di guadagno.

La mappa. La raccolta dati ti permetterà di creare la tua mappa, più sarà dettagliata più ti muoverai rapidamente. Cosa deve contenere la tua “mappa”?. Come la mappa del tesoro deve avere il punto di partenza e quello di arrivo, deve saperti indicare i punti di ristoro ( le mete intermedie) e deve sopratutto farti orientare ( le azioni giornaliere) verso la giusta direzione, deve avere quindi un percorso ben preciso. Insomma nel Business Plan devi saper descrivere cosa vuoi fare e come. Ora vediamo i tre passi.

 

 I Tre Passi.

La funzione di un Business Plan è anche quella quella farti entrare in azione con coscienza senza andare allo sbaraglio, deve essere modificabile e adattabile ai cambiamenti. Ma ci sono tre punti su cui devi costruirne la struttura.

#1 Descrizione ( motivazione)

Partiamo con una domanda: Perché sei nel Network Marketing? Domanda semplice, risposta un po’ meno. Di certo perché vuoi guadagnare, poi però ci sarà dell’altro. Descrivi cosa veramente ti spinge a impegnarti.

  • Indipendenza economica
  • Realizzazione personale
  • Desiderio di sicurezza
  • Viaggiare

Insomma ci siamo capiti, non solo i soldi ma anche le passioni personali sono il motore per spingerti a iniziare e continuare. Questo tipo di attività è per la maggior parte del tempo “invisibile” cioè sono i risultati che ti dicono a che punto sei e quando sei all’inizio difficilmente hai buoni risultati per continuare. Quindi la motivazione, il perché lo fai è un buon promemoria.

#2 Strategie ( il vero piano di lavoro)

Il piano di lavoro. La parte solida dell’attività, quella visibile. Parte delicata che richiede tempo. Devi dedicare del tempo per imparare come svolgere l’attività. Devi costruirlo seguendo questi tre pilastri:

  1. Tempo.
  2. Obiettivi.
  3. Azioni quotidiane.

Tempo:

Se sei part time per prima cosa cerca di scrivere quante ore puoi dedicare e non metterne una qui una lì, dai fluidità e continuità all’azione. Se hai solo quattro ore la settimana cerca di fare almeno tre ore un giorno e l’ora che rimane dedicala alla formazione. Se sei full time non spalmare tutto su tutta la settimana, ma suddividi per giornate le azioni, per esempio: un giorno formazione per i distributori, un giorno per controllare a inserire annunci, un giorno per telefonate e appuntamenti, un giorno per colloqui. Il tempo è prezioso e se hai scelto il Network Marketing è perché vuoi più tempo per te, non avrebbe senso diventare schiavi del proprio lavoro, no?

Obiettivi:

Per ottimizzare il tempo e ottenere il massimo devi avere ben chiaro quali sono gli obiettivi che vuoi raggiungere, suddividili in tre categorie: Breve termine, medio termine, lungo termine. Per breve termine devi stabilire il piano di azione dei prossimi 90 giorni e qui rientrano le azioni quotidiane e il piano settimanale. Nel medio termine i prossimi sei mesi qui devi inserire gli appuntamenti, i livelli del piano marketing, gli eventi. Il lungo termine è la visione, qui è dove ti vedi e dove ti prefiggi di arrivare tra un anno e da dove ripartirai.

Azioni quotidiane:

Non confondere il tempo che vuoi dedicare all’attività con le azioni quotidiane che devi assolutamente fare. Se sei nel network marketing sai che ogni giorno puoi fare qualcosa che ti avvicini ai tuoi obiettivi. Ogni giorno puoi fare qualcosa, anche solo leggere per dieci minuti un libro di formazione personale o fare un contatto ti permette di tenere viva la motivazione e non permettere che “qualcosa di più importante” ti faccia rinviare a domani.

#3 Flussi di denaro ( investimenti e rientri).

Te lo chiedo subito e senza giri di parole: Quanto hai intenzione di investire mensilmente nella tua attività? Deve essere chiaro nella testa che un ‘impresa per essere viva ha bisogno di flussi di denaro.

Ogni mese sai che devi ordinare i prodotti, devi investire in pubblicità magari ci sarà un incontro settimanale di formazione, oppure il mese prossimo ci sarà un evento. Insomma i soldi girano e se non vuoi finire nel gruppone di chi spende e basta devi fare un piano di investimenti, te lo ripeto: Quanto hai intenzione di investire mensilmente nella tua attività?. Decidi quanto vuoi investire e insieme al tuo Sponsor stabilisci dove e come spendere nel modo migliore il capitale e come avere un ritorno di guadagno.

Conclusioni.

Il piano d’azione dà vita ai tuoi progetti. La differenza tra chi riesce a ottenere grandi risultati e chi si affida alla fortuna è tutta qui. Se sai stabilire un percorso per raggiungere i tuoi obiettivi, anche se ci saranno alti e bassi anche se le difficoltà ti rallenteranno sei sicuro che alla fine arriverai alla meta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *