Perché I Risultati Non Arrivano O Sono Scarsi

Questa è la domanda che molti networker si pongono, sia se sono in attività da molto sia se hanno appena iniziato, perché i risultati sono scarsi o non arrivano? un episodio che mi è capitato questi giorni mi ha dato la risposta che voglio condividere con te.

Una parentesi mi ha reso invisibile

La scorsa settimana ho passato ore e ore a cercare di risolvere un problema serio sul blog, dopo un aggiornamento era diventato invisibile, impossibile accedere impossibile vederlo online. Due giorni per cercare di arrivare a capire che mancava una parentesi in un file. Incredibile, vero? Un piccolo segno può nasconderti o mostrarti nel tuo splendore.

Usa le parentesi per metterti in luce

E’ un modo più lungo per dirti che devi differenziarti.  Non svolgere l’attività tra parentesi come se fossi invisibile, ma usa le parentesi per evidenziare le tue abilità, usale per sponsorizzarti come un esperto capace di aiutare le persone. Segui questi tre passi che ora ti spiego:

  1. Prendi un impegno. Impegnati con te stesso, decidi che per almeno un anno ti dedicherai a questa attività e cercherai do formarti, di diventare una persona migliore per migliorare il tuo business e aiutare gli altri a fare lo stesso.
  2. Costruisci il tuo sistema. Siamo nell’era digitale, basta andare a mendicare un contatto o cercare qualcuno che ti ascolta. Crea il tuo sistema online per portare valore e costruire la tua attività. Saranno le persone veramente interessate che verranno da te.
  3. Sponsorizzati come un esperto. Ascolta le persone, cerca di capire cosa non le fa dormire la notte e cerca la soluzione, diventa tu la persona capace di risolvere il loro problema, la persona che ha i mezzi e le capacità di aiutare gli altri a costruire la vita che desiderano.

Se hai trovato interessante e di valore il post condividilo e lascia un commento. Fai girare la voce! 

Quali domande hai sull’argomento che hai appena letto? Contattami allora

Non cambiare mai l’OBIETTIVO nel Network Marketing!

Avere un obiettivo nel network marketing, cosa è, e come cambia la nostra visione

Di solito quando si arriva all’ultimo giorno del mese la maggior parte dei networker si sforzano di raggiungere i propri livelli, si sforzano di raggiungere le proprie qualifiche eccetera. In alcuni mesi ce la fanno e in altri purtroppo non accade. È solo la prossima qualifica; il rango successivo potrebbe essere un po’ troppo lontano, oppure non c’è abbastanza tempo e non si raggiunge l’obiettivo. La tentazione più comune quando non si raggiunge l’obiettivo nel network marketing è di cambiare l’obiettivo stesso dicendo: “Ah, forse non posso raggiungere mai questo livello. Forse non riesco a raggiungere questo rango. ” ma in realtà non è vero.

Sai cosa fanno invece i leader di successo quando non raggiungono il loro obiettivo nel network marketing? Non cambiano l’obiettivo, ma cambiano la scadenza, quindi la spostano al mese successivo e dicono: “Va bene, questo mese, non siamo riusciti, siamo un po’ carenti di questo… Quindi il prossimo mese concentriamoci su questo. Rimbocchiamoci le maniche e raggiungiamo il livello“. In questo modo le cose accadono!

Un sacco di cose in quest’anno  folle sono accadute, un sacco di cose diverse sono successe; il Coronavirus, le quarantene e tutto il resto, ma la visione non dovrebbe mai cambiare.

Cambiano i metodi, cambiano gli strumenti che usi; andavamo in giro per l’Italia ogni settimana per fare una presentazione aziendale e dall’inizio del COVID, non abbiamo fatto una sola presentazione. Ma l’attività sta crescendo. Non sta crollando, come mai? Non stiamo viaggiando, non stiamo perdendo tempo, non stiamo bruciando benzina, non stiamo sprecando tutto quel tempo e gli affari comunque stanno effettivamente crescendo anche se non stiamo più facendo quei particolari incontri.

Quindi ci siamo orientati e ci siamo adattati, e abbiamo effettivamente trovato modi ancora più efficienti per costruire il business, modi ancora più convenienti per far crescere il nostro business e quindi non devi mai cambiare la tua visione, solo perché qualcosa è cambiato. Semplicemente perché forse eri un po’ più piccolo dal punto di vista professionale, non devi cambiare la visione o il tuo obiettivo, devi solo adattarti alla situazione, e forse spostare le scadenze e dire: “Ok, proviamo il mese prossimo“. Questo è quello che fanno i grandi leader, perché loro hanno quella che chiamano memoria a breve termine, quando si tratta di fallimento.

Sai invece cosa fa una persona senza successo, se non riesce a raggiungere un nuovo livello, oppure se non riesce a fare qualcosa, allora dirà: “Oh, è così. Non lo faccio più. Questa è tutta una perdita di tempo. ” E quindi si pentiranno di se stessi per le prossime due settimane, per il mese successivo, e diranno “non faccio più nulla perché ho fallito“.

Ciò che fanno le persona di successo, è quella di non amare il fallimento, non gli va nemmeno giù di non raggiungere l’obiettivo; ma hanno una memoria a brevissimo termine e dicono: “Sì, fa schifo. Ma domani è il mese prossimo, ricominciamo. ” E lo fanno effettivamente accadere. Continuano a farlo e farlo fino a quando non ottengono il risultato. Non cambiano mai l’obiettivo. Restano incollati sull’obiettivo. Continuano a provare cose diverse finché non funzionano; finché non ottengono il risultato. E per alcuni di voi potrebbe volerci una settimana, per altri potrebbero volerci un paio di mesi, per altri ancora potrebbero volerci alcuni anni per arrivare a quel livello di sogno; al reddito dei tuoi sogni, alla vita dei tuoi sogni… ma non rinunciare mai ai tuoi sogni! Non rinunciare mai a quella vita da sogno. Non rinunciare mai a questi obiettivi. Non rinunciare mai a queste cose; possono ancora accadere per te. Devi solo andare avanti.

L’unico modo per fallire nel network marketing è smettere di farlo. Questo è un fallimento garantito. Altrimenti, se continui a farlo, non potrai mai fallire.

Devi solo imparare le lezioni e andare avanti finché un giorno non arrivi; sei lì, la tua destinazione effettiva, il tuo reddito da sogno effettivo e il tuo livello di sogno effettivo. E poi dirai: “Oh mio Dio, tutto quello che è successo, stava accadendo per un motivo ed eccomi finalmente arrivato“. E so anche che quel momento per alcuni di noi non arriva quando lo vogliamo. Forse ci piacerebbe che arrivasse più velocemente, ma non sempre funziona così. Ma devi solo andare avanti, continuare a fare il lavoro, rimanere coerente, rimanere concentrato e ci arriverai. Garantito!

Questo è il mio insegnamento e il mio consiglio per te. Spero che tu abbia apprezzato un po’ di valore in questo post, e se lo hai fatto, sentiti libero di condividerlo con altre persone. Se desideri entrare a far parte della mia squadra, non devi far altro che contattarmi.

Al tuo successo!

Come Evitare di far naufragare il tuo business di Multi Level Marketing nei primi 3 mesi: i 3 classici errori del novizio

La maggioranza dei “Business Seeker” nel settore della Vendita Diretta Multilivello non arrivano nemmeno ai primi 90 gg. Se vuoi essere un imprenditore in questo settore devi conoscere le regole base per non fallire ancor prima di iniziare.

In questo articolo verranno trattati i seguenti argomenti:

  • Muoverti come un super esaltato senza professionalità
  • Rimanere uno studente senza mai passare alla pratica
  • Provare a reinventare il meccanismo senza ascoltare

Per buttare al vento il tuo business di Multi Level Marketing nei primi 90 giorni, ci sono 3 modi semplici ed efficaci. Considera che non sono molto lontano dalla realtà se ti dico che oltre il 50% delle persone che fanno parte di una rete di Multi Level Marketing non sono attive come distributori (attivo significa che condividono il prodotto o il Business per fare clienti e/o creare una rete distributiva), e questa stessa percentuale è costituita da persone che non hanno mai fatto un’azione pratica fatta bene per creare almeno 1 singolo € di fatturato.

Se consideriamo le percentuali del business di Network, spesso ci accorgiamo che meno del 1% guadagna cifre importanti.

Queste statistiche però non sono esatte perché non calcolano la grande percentuale di persone che spesso sono solo clienti con un codice aperto per poter avere uno sconto sul prodotto, e quindi non sono distributori attivi, su cui fare una reale statistica.

Torniamo ai 3 modi per DISTRUGGERE la tua attività ancor prima di cominciare.

Il Matto Esaltato: metodo 1 per distruggere la tua attività

Hai iniziato un’attività di Multi Level Marketing e hai un forte entusiasmo. Ti hanno detto che se trovi 2 persone, che buttano dentro altre due persone, che fanno lo stesso più volte, in 6 mesi guadagni 4.000€ al mese + matrici svincolate con svirgolata al raddoppio, e in 12 mesi diventi un Milionario e hai anche il Bonus di una Mercedes Classe I-D-I o.t.s. 415 CV e un viaggio all’anno pagato per te e 5 dei tuoi parenti più stretti.

Quindi i tuoi primi giorni di Business si trasformano in una caccia all’uomo. Ogni persona che vedi ha il segno del € addosso. Sai che quella persona è una delle 2, che poi fa 2, che poi fa 2, e ancora 2 fino a creare il tuo Team di 8190 persone solo su 12 livelli che ti danno un guadagno passivo simile a quello di Bill Gates.

Ti è stato detto che l’entusiasmo iniziale in questa attività lo devi usare per coinvolgere le persone e quindi per avere risultati (che per altro è vero), ma ti approcci alle persone come un matto esaltato perché nessuno ti ha detto di fare attenzione a non scambiare entusiasmo con esaltazione.

Il tuo problema è che scambi fretta con velocità, e fai le cose senza avere in mente uno schema, un processo, senza pensare agli strumenti da utilizzare, a come iniziare a creare interesse, senza pensare a utilizzare i tuoi profili social per diventare attrattivo.

Lo Studente Greco: metodo 2 per non cominciare MAI la tua attività

Inizi l’attività e la prima cosa che ti dicono è: torna a essere studente. Essere disposti a tornare a “studiare”, soprattutto se parti senza esperienza di business in generale, senza sapere nulla di vendita e marketing o, in generale, senza aver mai fatto Vendita Diretta Multilivello. Un aspetto vero e molto importante è che sei esposto a 2 errori.

Errore n. 1: studiare le basi senza mettere nulla in pratica durante il processo di apprendimento

Errore n. 2: rimanere eternamente uno studente che cerca corsi, compra libri, cade nelle trappole dei “guru” che vendono informazioni senza mai averle messe in pratica e cerca sempre ciò che manca senza concentrarsi su quello che ha già.

Il primo errore capita alla maggior parte delle persone. Il 90% di chi non ha successo non mette in pratica assolutamente niente di ciò che impara. Anzi spesso non impara nulla, diventa un magazzino di informazioni senza averle capite.

Molto spesso, si ottengono risultati migliori compiendo AZIONI anche se siamo dei super ignoranti di Multi Level Marketing e vendita, piuttosto che studiando senza capire né fare nulla.

Il secondo errore è la sindrome dell’allievo di Socrate… Pensare di diventare saggi e studiare 30 anni, prima di poter passare alla pratica. Questo problema è spesso un meccanismo di difesa per tutti quelli che giustificano il fatto che non fanno nessuna chat, nessuna chiamata, nessun post e nessuna azione volta a costruire la loro attività, con il fatto che devono studiare.

E questo “problema” inoltre li porta ad essere vittime di tutti quei “guru del multi level marketing” che non fanno altro che aumentare il loro bisogno di “informazione” per aumentare nient’altro che le loro tasche.

Chi ha la Sindrome del “lo so”: Metodo 3 per sbagliare tutto nei primi 90 giorni

Se hai una rete di Multi Level Marketing sicuramente ti è capitato già. Arriva il novizio della situazione che però ha letto un libro, che ha avuto già un business, che ha 3 lauree e 4 specializzazioni, che ha studiato un corso o conosce qualche “guru” di fuffa marketing e ha fatto un Mastermind con lui, e ti dice quella frase che distrugge ogni possibilità di comunicazione: “IO LO SO

Ma tu, che cosa sai esattamente?

Se sono passati 24 mesi e non arrivi ancora a 10000 al mese fissi e netti nel Multi Level Marketing, non sai assolutamente nulla di questa professione (non dico di fare almeno 30000 netti al mese per essere esperto, perché sono talmente pochi quelli che lo fanno, che escluderei davvero tutti).

La parola lo so è il contrario di quello che dovresti dire quando cominci un’attività dove non hai mai guadagnato un centesimo in vita tua.

Il segreto è essere una lavagna bianca, ma questo concetto lo scoprirai più avanti, perché già ti ho detto troppe cose oggi e non vorrei sovraccaricarti di informazioni.

Se non ascolti per filo e per segno ciò che ti viene spiegato dalla persona che ti ha fatto conoscere questa attività, sei completamente fuori strada.

Ovviamente se vedi che il tuo Sponsor è più niubbo di te, cerca subito la connessione con qualcuno che sia attivo e sta producendo risultati. Va bene iniziare anche con il tuo amico che ha iniziato Oggi, ma è importante che tu ti connetta con almeno 4-5 Upline (ovvero le persone sopra di lui).

“Suggerimento: non consultare il Networker milionario che si è arricchito negli anni 80 e continua a fare soldi a palate senza lavorare, vai da chi è attivo in questo momento nella tua azienda.” Se ascolti e metti in pratica hai molte più possibilità di avere risultati che fare di testa tua e provare a reinventare il sistema.

Quali Sono Le 3 Cose Che Comprano Da Te?

Ma prima di dirtele permettimi di fare una premessa. Vorrei spendere due parole sulla vendita e se ben compresa può diventare una abilità vincente per il tuo business.

Cos’è per me la vendita.

Nel NM come in qualsiasi attività in proprio per sopravvivere è necessario vendere. Saper vendere è il segreto per poter mantenere viva l’attività. Ma spesso l’idea che si ha della vendita è cercare di convincere l’altro con argomentazioni rigide, con frasi ad effetto senza concedergli l’attenzione e il tempo di aprirsi. Insomma un monologo dove ci si aspetta solo un si come risposta. Ma così non si arriva molto lontano anzi si rischia di veder scappare lontano proprio chi ci sta ascoltando.

Immagina invece la vendita come un processo di comunicazione con qualcuno, prima spieghi poi lo coinvolgi e poi fai crescere in lui il desiderio. Non sono le parole che trovi sotto il titolo del blog?. Ecco la vendita è questo un processo in cui tu con argomentazioni, storie personali e ascolto attivo dei bisogni del tuo interlocutore lasci che si persuada della bontà della tua offerta.

Le tre cose che le persone comprano da te.

fatta la premessa eccoci al punto. Cosa di preciso devi vendere?.

  •  La prima cosa che le persone comprano da te sei Tu. Riflettici un attimo. Prima ancora di ascoltare cosa hai da dire, prima ancora di iniziare solo a dedicare il suo tempo per te il tuo interlocutore comprerà la tua immagine. Chi ti vede per la prima volta vuole capire se di te ci si può fidare ancora prima che tu apra bocca.. Adotta la famosa frase “non hai una seconda opportunità di fare una belle impressione”. Di te le persone comprano l’ apparenza, l’aspetto, il sorriso, il carisma.
  • La seconda cosa che comprano da te sono le tue soluzioni. Le persone a cui rivolgi le tue offerte hanno una priorità: come risolvere un problema. La tua proposta deve essere la soluzione al come risolvere un problema a come assolvere ad una necessità, non è ancora importante quale sia lo strumento è importante sapere che esiste un come e tu sei la persona che può dirglielo. Qui gli elementi che ti contraddistinguono sono la competenza, la professionalità e il metodo come proponi le soluzioni.
  • La terza cosa che comprano da te è l’Azienda. Solo adesso, dopo che si sono fidati di te, hanno saputo che esiste una soluzione su come soddisfare un bisogno, solo ora sono disposti ad acquistare il prodotto o l’opportunità che proponi. Ora attraverso il tuo filtro i vantaggi e le soluzioni saranno accettabili e chi ti ascolta sarà disponibile a comprare da te.

Conclusioni.

Sia chiaro non è sempre così semplice e lineare, ma questo schema, questa idea di vedere la vendita come un processo di comunicazione i aiuterà ad allentare tensioni e paure e sarai percepito come un professionista e lascerai sempre una buona impressione comunque si concluda il colloquio.

Le 3 Regole del Successo

Ci sono tre regole che sono alla base di un buon successo nella vendita diretta.

Tre regole che se seguite con scrupolo possono farti fare quel salto di qualità che desideri.

Prima di continuare: cos’è una regola e a cosa serve?. Dal dizionario Hoepli: ” Norma dell’agire che prescrive il modo in cui comportarsi in determinate circostanze “. Quindi la regola è  una indicazione  su come agire in una situazione in cui ci troviamo e serve come riferimento per determinarne il risultato. In definitiva uno strumento molto utile se vuoi arrivare al successo.

Prima regola: impara a selezionare.

Elimina subito l’idea del tutti dentro. Come professionista devi capire che non tutti sono in grado di svolgere questa attività. Impara a fare una selezione di chi vuoi che faccia parte del tuo team. Come si fa una selezione? Prima di iniziare, prima di mettere annunci ovunque devi fare un profilo di chi vorresti contattare. Come si fa?

1) Inizia con chiederti chi deve rispondere ai tuoi annunci. Vuoi una persona che già abbia avuto un’attività per conto proprio? Vuoi una persona che conosca il network marketing?, vuoi qualcuno che sappia ricevere formazione e lavorare in squadra?

2)Vuoi qualcuno che cerca un part time o full time?. C’è una sostanziale differenza perché part time ha già una entrata e può permettersi un certo tipo di investimento sia di tempo che di soldi. Full time è una persona che cerca lavoro come dipendente o vuole avviare una attività di networking?

3) Personalità. E’ chiaro che non puoi mettere un annuncio che dica “cerco un Leader!”, faresti solo ridere. La personalità è qualcosa che puoi valutare quando sei di fronte al tuo candidato. Personalmente sono molto soggettivo, a me piace una persona allegra, curiosa, mi piace chi fa domande anche scomode, mi piacciono le persone che non si spaventano davanti alle parole vendita e sfida. Mi piace chi durante una conversazione parla di sé e dei suoi desideri.

Seconda regola: formazione.

La formazione è la crescita che fai come persona e come Networker. Se tu per primo non impari a formarti sarà difficile che possa trasmettere ai tuoi collaboratori qualcosa che abbia valore. Ci sono molti modi per imparare. I libri, la biblioteca di un professionista non è mai vuota ma sopratutto la sua mente è ricca di informazioni e concetti. Leggi ogni giorno anche solo una pagina può fare la differenza. Investi in audio e video corsi, ce ne sono di ottimi sulla vendita sulla crescita personale su qualsiasi cosa ti possa dare formazione, frequenta un corso dal vivo e confrontati con altri che sono sulla tua stessa via. Leggi e segui i blog dei grandi Networker americani. Insomma investire tempo e soldi in formazione sarà il tuo migliore investimento. Da tutto questo puoi trarre concetti, puoi creare i tuoi personali corsi e trasmettere le tue conoscenze alla tua downline.

Terza regola: Networker.

Chi è costui? Questo devi dirmelo tu. Chi vuoi che sia un Networker? un professionista che sappia attirare a se persone capaci di costruire insieme qualcosa di grande o un rompiballe che annoia tutti con la sua magnifica opportunità? Domanda retorica. Il Networker è la persona che dà valore. Valore alle persone con cui collabora perché le ha selezionate personalmente, dà valore alla sua offerta perché l’ha valutata e progettata con cura, dà valore a se stesso perché non smette mai di formarsi e crescere come persona e come professionista.

 Sulla via del successo.

Immaginati come qualcuno che è in continuo viaggio. Il successo non è qualcosa a cui devi aspirare, il successo è la via che percorri per diventare una persona migliore. Seguire queste tre regole è come avere una lampadina che illumina i punti che vuoi avere sempre sotto gli occhi ed evitare di perderti.

 

Come Gestire Le Obiezioni Di Persone Non Interessate

Se stai passando la maggior parte del tuo tempo cercando di convincere persone non interessate ad entrare nel tuo Business e stai lottando per gestire le loro obiezioni, sei fuori strada.

Il tiro alla fune

La maggior parte dei networker vede questa attività come un tiro alla fune, loro sono da un lato della fune e dall’altro lato c’è una persona riluttante e dubbiosa che DEVE essere convinta. Questa è una delle ragioni per cui falliscono e dopo un pò mollano.

Come gestire le obiezioni di persone non interessate

Non voglio illuderti e puoi anche immaginarlo da solo che non siamo in un modo perfetto e alla fine i perditempo e le persone che non sono veramente interessate ti capiteranno.

Ti faccio una domanda: sei disposto a lavorare con una persona che non solo devi convincere della bontà del tuo business ma addirittura convincere ad iniziare? No, grazie.

La prima cosa che devi ( qui si sei tu che DEVI) capire è che il tuo ruolo non è quello di convincere nessuno, almeno non nella fase finale quando sei arrivato a conoscere realmente una persona. Quel lavoro lo avrà fatto il tuo sistema online, i tuoi post i tuoi video il tuo follow up avranno educato quel contatto fino a portarlo da te.

Ti puoi trovare davanti ad obiezioni positive di persone che hanno voglia di iniziare ma cercano di capire se tu sei in grado di aiutarle a compiere quel passo e guidarle fino alla fine. E le loro domande saranno spesso formulate con un come.

  • come posso trovare il tempo
  • come posso trovare i soldi necessari
  • come posso trovare persone interessate

In pratica sono già entrate nel tuo sistema di training e formazione devi solo chiudere e iniziare a formarle.

Ti puoi trovare persone che non hanno nessuna intenzione di iniziare che per motivi diversi probabilmene validi hanno scelto di dirti di no o cercano di dirtelo così:

  • Non ho soldi da investire/spendere
  • Non voglio parlare con le persone
  • Non credo che sia legale

Sei disposto a fare il tiro alla fune con queste persone? Se non li hai convinti/educati attraverso il tuo sistema, non sarai tu a convincerli tirandoli dentro a forza. Non è etico, non è utile, non è necessario.

Tu, come professionista sarai il primo a dire loro di no. Liberali dal peso con questa frase:

” Grazie per il tuo interesse, sò che questa attività non è per tutti e credo che al momento non sei pronto per iniziare, sono concentrato per lavorare con persone altamente motivate che hanno voglia di migliorare la loro vita. Puoi ricontattarmi quando ti senti pronto per fare un cambiamento”

 Next!

Il mio sponsor e molti networker che ho avuto la fortuna di conoscere e che mi hanno dato la loro formazione, usano una sola frase: NEXT! Avanti il prossimo. Ti può sembrare duro e insensibile chiudere con una frase così forte, ma ricordati una cosa sei in un business stai costruendo una attività non hai bisogno di tutte le persone ma solo di quelle che hanno voglia di emergere, di condividere la tua visione e il loro unico NO è per dire nessuna scusa, NO EXCUSE!

Se hai trovato interessante e di valore il post condividilo e lascia un commento. Fai girare la voce!

Vuoi contattarmi e collaborare con noi di NO LIMITS PEOPLE?

Allora clicca qui sotto

arrow

 

Contattami

 

Conosci Il Tuo Cliente? Come Trovare Il Cliente Ideale

Avere clienti che arrivano già con la carta di credito in mano è il sogno proibito di ogni networker. Non sopravviveresti a lungo se non avessi clienti che desiderano il tuo podotto. E’ importante quindi saper rispondere a questa domanda: Conosci il tuo cliente?

Non sei un venditore

Guarda che ti ho sentito! Hai letto la parola cliente e hai pensato ma io non sono un venditore, faccio network marketing. Pure io, ma sono coscente di essere anche un venditore. L’equazione è semplice: c’è un prodotto, c’è un’azienda che lo produce ci sei tu che lo porti sul mercato e c’è qualcuno a partire da te che utilizza questo prodotto. Detto questo, cambia solo il modo di concepire l’idea dell’essere un venditore.

L’immaginario e la realtà

Quello che ti terrorizza e ha terrorizzato me per molto tempo è l’idea del venditore. Nella fiera dell’ovvio ( o immaginario comune) il venditore è quello dei film, un furbacchione che vuole rifilarti qualcosa di scadente e con i soldi in tasca sparire in una nuvola di fumo. Eppure nella realtà e tutti i giorni ne hai la prova, ti rivolgi a persone che ritieni qualificate per comprare quello che desideri, ogni giorno sei a contatto con persone che vendono e quando trovi un buon venditore ci torni come nella foto, con la tua carta già pronta nelle mani. Sai perché? perché ti conosce. Sa i tuoi gusti, ti chiama per nome, ti accoglie con un sorriso, ti fa lo sconto, ti mette da parte il pezzo pregiato, ti aggiorna sulle novità, e via dicendo. Ecco questo è il venditore,  uno che ti risolve un problema e ti porta valore con la sua presenza, uno che ti semplifica la vita. Uno che ti conosce.

Conosci il tuo cliente?

Saltiamo dall’altra parte. Ora sei tu il venditore di valore, ora sei tu quello che deve conoscere il suo cliente. Ma come si fa? Partiamo da queste tre domande:

  1. Cosa vendi?
  2. quali problemi risolve?
  3. quali risultati otterranno le persone usandolo?

Ti ho sentito di nuovo! Ma come parliamo di clienti e mi metto a descrivere i prodotti? Seguimi nel ragionamento, le prime due domande identificano i potenziali clienti e i loro problemi. Le prime due domande ti aiutano a capire chi cerca il tuo prodotto e quali sono le problematiche generali. Ma sei ancora sulla superficie, diciamo che hai stabilito la nicchia principale. La terza domanda è la mappa del tesoro, è dove troverai il cliente ideale, quello che arriva con la carta in mano perché sa che troverà da te e solo da te il valore eccezionale, l’idea differenziante rispetto a tutti gli altri.

Il cliente ideale

Qui nasce la magia. Prima ancora di trovarti faccia a faccia con il tuo cliente, devi averlo ricreato nel tuo immaginario.  Ti faccio un paio di esempi, uno per i prodotti e uno visto che facciamo network marketing sull’opportunità di guadagno.

Prima domanda: Cosa vendi? Il Prodotto che vendi è l’ever green per la perdita di peso.

Seconda domanda: Quali problemi risolve? Ti rivolgi a persone che vogliono perdere peso, persone che ad un certo punto hanno capito che vogliono tornare in forma, che sono sovrappeso.

In questi due passaggi hai l’dea di quali sono i tuoi clienti e cosa cercano. Ma è generico è una macro nicchia ( si dice così?…mah) però se guardi da vicino puoi intravedere due tipologie di persone: chi vuole tornare in forma e chi è sovrappeso, anche se sembrano simili la terza domanda ti fa scoprire il tesoro nascosto.

Terza domanda: Quali risultati otterranno? Guarda bene le tue tipologie: chi vuole tornare in forma? uno sportivo?, una mamma che ha partorito?, chi vuole perdere solo qualche chilo per l’estate che si avvicina? Seconda tipologia: persone in sovrappeso perchè hanno fatto diete sbagliate?, perchè hanno subito un trauma? perchè gli piace mangiare ma le ultime analisi sono state impietose?. Stesso problema, risultati diversi.

Secondo esempio. L’opportunità guadagno.

Prima domanda: cosa vendi? un’opportunità di guadagnare e iniziare una attività indipendente.

Seconda domanda: quale problema risolve? ti rivolgi a persone che cercano un guadagno extra e persone che hanno voglia essere indipendenti e realizzarsi.

Terza domanda: Quali risultati otterranno? di nuovo due tipologie, chi cerca un guadagno extra? chi ha spese improvvise mutuo, dentista, un figlio in arrivo?, chi ha già un lavoro? seconda tipologia, perché cercano l’indipendenza? perché non si sentono realizzate? cosa vogliono dimostrare? anche qui stesso problema di partenza risultati diversi.

La terza domanda ti porta direttamente nel cuore delle persone, anche se il punto di partenza è uguale, cambiano i Valori e le motivazioni personali,  per parlargli correttamente devi conoscere il loro canale di comunicazione, quale relazione devi stabilire con loro per portarli ad ottenere i risultati che vogliono.

Come vedi l’esercizio di ricerca è adattabile a qualsiasi prodotto od offerta tu vendi. Più sarai specifico, più andrai in profondità e più la tua proposta sarà reale e convincente, ancora prima di avere un contatto.

Il valore offerto

Per creare il tuo cliente ideale nell’immaginario e ritrovarlo poi nella realtà devi pensare a quali benefici specifici vogliono ottenere. Vedrai che non sarai più uno che spara nel mucchio sperando di acchiappare qualcuno. Quando sai esattamente come un tuo prodotto o servizio risolve un problema, quando la soluzione che offri sarà più specifica possibile fino ad adattarsi come una seconda pelle al tuo cliente, quando sarà percepito il valore eccezionale della tua offerta, sarai l’esperto venditore che tutti cercano con la loro carta di credito già in mano.

Elevator Pitch Come Rispondere Quando Ti Chiedono Che Lavoro Fai

Fare una buona prima impressione è importante. Se sei nel Network Marketing è vitale. Quando ti chiedono che lavoro fai, come sfrutti quei dieci, trenta secondi in cui devi presentarti e catturare l’attenzione mostrando professionalità e competenza?

Elevator Pitch. Fuori in 60 secondi.

Sei in una sala d’attesa, hai iniziato a fare due chiacchiere con il tipo seduto vicino a te e dopo aver parlato del tempo, di come gira il mondo e altre “inutilerie” Lui ti chiede: “Che lavoro fai?”. Cosa rispondi e come catturi la sua attenzione senza cadere nello stereotipo con una risposta ammazza conversazione? E’ il tuo momento, sfodera il tuo Elevator Pitch e in meno di sessanta secondi incuriosisci  il tuo interlocutore e inizi a sviluppare una conversazione piacevole e produttiva.

Aspetta un attimo, non sai cos’è un elevator pitch? E’ quella frase breve, intrigante  che in 20/30 secondi comunica poche essenziali informazioni e spinge chi ti ascolta a volerne sapere di più.Lo scopo di un elevator pitch è quello di aiutarti a iniziare una conversazione che instauri un legame che va oltre la presentazione dell’opportunità. Ricorda sempre che il network marketing è fatto di relazioni di contatti e di cercare di dare qualcosa di valore che aiuti le persone.

Crea il tuo elevator pitch.

Per iniziare a creare il tuo elevator pitch ti suggerisco di seguire questi quattro punti. Li ho estrapolati dal libro Elevator Pitch Toolkit di Adam Hoeksema e sono quelli che mi hanno aiutato di più.

1 Cosa fai?. Puoi aprire la frase dicendo cosa fai, non specificare il lavoro ma cerca di trasmettere il valore della tua attività. Puoi usare verbi come aiuto a…, insegno a…, spiego come…, Sono verbi che portano la mente verso una soluzione.

2) Quale problema risolvi?. ecco lo spunto della conversazione, risvegliare l’interesse. Un breve accenno alla soluzione che potrebbe interessare il tuo interlocutore.

3) Sei credibile?. quando dici che aiuti o insegni a fare qualcosa allontani l’idea che stai cercando di vendere qualcosa, ma porti a pensare chi ti ascolta che potresti essere una risorsa.

4) Come puoi essere utile?. Chiudi con una domanda che crei nella mente di chi ascolta il desiderio di saperne di più.

Questo è uno di quelli che uso (per una attività part time):

” Insegno a persone seriamente interessate come realizzare un guadagno extra con un progetto part time che non interferisce con quello che stanno facendo, saresti interessato a saperne di più? “

 Come farlo funzionare al meglio.

Peché sia funzionale e ti dia dei risultati devi esercitarti a dirlo, ascolta come viene ripetilo finché non diventa parte di te come dire il tuo nome o il tuo indirizzo di casa. Prova cosa funziona se devi fare delle modifiche migliorandolo ( tutto è migliorabile!). Uno volta che hai capito il meccanismo, puoi costruire i tuoi Elevator Pitch anche per incuriosire sui prodotti, o usarlo dietro il tuo biglietto da visita o nelle tue mail.

e tu hai il tuo Elevator Pitch? come lo usi?

5 Passi Per Costruire Il Tuo Sistema Di Lavoro

Oggi voglio passarti uno strumento semplice e duplicabile diviso in cinque passi per costruire il tuo sistema di lavoro.

Le 3 chiavi del successo

Le chiavi del successo nella nostra professione sono tre:

  • avere un piano d’azione
  • mantenere tutto molto semplice
  • duplicazione

Perché ti dico questo? Perché molte volte ci perdiamo in formule complicate per fare contatti, pianifichiamo all’infinito senza mai agire concretamente e diamo ai nuovi arrivati pile di materiale che non riusciranno mai ad assimilare e trasmettere alle loro downline.

Devi avere un piano da seguire fatto di passaggi semplici da spiegare, in modo che le persone che formerai possano imparare e assimiliare i concetti rapidamente.

5 passi per costruire il tuo sistema di Lavoro.

Per rimanere sul discorso ecco quali sono i cinque passi che devi seguire per costruire il tuo sistema.

Primo passo incuriosisci. Qui ti voglio dare due step, uno per le persone che conosci uno se vuoi applicarlo nel “mercato freddo”. Con chi ti conosce: Le persone ci conoscono per come siamo e per le nostre abitudini, anche un piccolo cambiamento genera curiosità. Piuttosto che partire a bomba dicendo che fai network marketing, parlando di guadagni stratosferici e tutto il solito repertorio, inizia a dare degli imput che incuriosiscono. E guarda che è più semplice di quanto pensi. Ti faccio alcuni esempi:

  • Puoi dire che hai una serie di conference call, senza aggiungere altro.
  • Puoi iniziare a postare sui social immagini e aforismi sul successo, motivazione ecc…
  • Puoi dire che stai conoscendo persone che sanno il fatto loro in quello che fanno.

Mezze frasi, dire e non dire spingono le persone a chiedere cosa stai facendo, devi generare interesse in ciò che fai.

Per il mercato freddo, o meglio con chi non conosci. E’ chiaro che qui la curiosità è data più da quello che fai, perché non ti conoscono. Come puoi incuriosire? Contano i risultati e le tue esperienze, usa il come e il perché. Altri esempi:

  • Come hai raggiunto un determinato risultato (quanti nuovi contatti, quante persone hai sponsorizzato ecc..)
  • Perché non rompi più le balle agli amici per il tuo network.
  • Perché stai cambiando alcune cose nella tua vita ( modo di pensare, hai iniziato a leggere biografie)

Secondo passo impara a fare domande. Ne ho parlato già in altri post, ascolta con attenzione cosa dicono gli amici, le persone che ti circondano. Tutti si lamentano, tutti dicono che vorrebbero di più ma quanti veramente lo fanno o meglio quanti sanno cosa fare per cambiare il loro modo di vivere. Il tuo scopo è fare buone domande che aiutano a riflettere, che sanno stimolare e sanno aprire la mente di chi ti ascolta verso nuove opportunità.

Terzo passo costruisci e utilizza i tuoi strumenti. i primi due step lavorano sulla leva della curiosità, ora è tempo che questa curiosità si trasformi in qualcosa di concreto. Costruisci i tuoi strumenti di lavoro:

  • Apri il tuo blog
  • Crea contenuti di valore ( post, video, e-book, training di formazione)
  • Educa le persone a conoscerti e conoscere cosa fai
  • Crea la tua lista di persone interessate.

 Quarto passo fai follow up, segui i tuoi contatti. Il tuo stumento più potente. Follow up mi piace tradurlo come assistenza. Devi dare assistenza a chi ti segue, devi rimanere il più possibile nelle loro menti e non sto parlando di manipolazione ma semplicemente di qualificarti come una persona seria. Non sei uno di passaggio, non sei una meteora e tantomeno un cantastorie. Con il follow up costruisci:

  • Relazione
  • Credibilità
  • Desiderio di saperne di più

Quinto passo chiusura. I primi quattro passi sono la guida che condurranno le persone a collaborare con te. Guarda la foto che accompagna il post, è come sempre un processo dove ogni step porta ad avanzare verso il successivo fino ad arrivare all’obiettivo finale e alla fine del tuo sistema i contatti devono essere consapevoli di chi troveranno perché tu li hai educati, formati  e informati.

Bonus: la tua routine è duplicabile

Ricordi la terza chiave del sucesso? Essere duplicabile. Ma tu non sei duplicabile, perché il tuo percorso è unico, quello che fai lo fai attraverso le tue esperienze che sono uniche. Ma la tua routine è duplicabile, questi cinque passi costruiscono il tuo sistema di lavoro che puoi trasmettere a chiunque si unisca al tuo Team.

Se hai trovato interessante e di valore il post condividilo e lascia un commento. Da Bravo Networker Fai Girare la Voce!

Vuoi contattarmi e collaborare con noi di NO LIMITS PEOPLE?

Allora clicca qui sotto

arrow

 

Contattami